UFFICIO SUAP

Cosa è lo Sportello Unico
Cosa è, a chi si rivolge Lo Sportello Unico per le attività produttive (Suap) è uno strumento di semplificazione amministrativa che utilizza a sua volta altri strumenti di semplificazione(conferenza dei servizi, Scia, silenzio assenso, accordo tra amministrazioni e privati) al fine di snellire i rapporti tra Pubblica Amministrazione e utenza. Con Decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010 , n. 160 è stato approvato il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attivita' produttive con il quale viene individuato il SUAP quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attivita' produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione riconversione, ampliamento o trasferimento, nonche' cessazione o riattivazione delle suddette attività; specificato che le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni, le comunicazioni, nonché gli elaborati tecnici e gli allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica; ribadito che il SUAP provvede all'inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, le quali adottano modalita' telematiche di ricevimento e di trasmissione. Le procedure SUAP vengono svolte unicamente in modalità telematica. Lo strumento per l'inoltro delle istanze/segnalazioni/comunicazioni è il portale www.sporvic.it (nella sezione riusatori selezionare il Comune di interesse), il quale riconduce al Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), sito istituzionale regionale per le imprese che contiene tutte le informazioni necessarie per l'insediamento e l'esercizio di ogni attività economica sul territorio regionale e per l'attivazione delle pratiche amministrative necessarie. Le informazioni sono fornite in modo uniforme su tutto il territorio regionale e vengono localizzate da ogni Comune per la sola parte relativa alla regolamentazione specifica del Comune. I contenuti di questo sito istituzionale, previsto dalla legge regionale, sono determinati dal Tavolo Tecnico Regionale per lo sviluppo dei servizi SUAP (TTR), dal Centro di Competenza per l'innovazione tecnologica e la semplificazione amministrativa e dalla Rete degli Esperti.

RECAPITI DELL'UFFICIO

Palazzo Pretorio, piano terzo Piazza Priori n° 12 56048 Volterra PI Telefono 0588/86050 seguito da 0353

Lista attività e modulistica
Con l'avvento del DPR 160/2010 le procedure devono essere presentate al Suap esclusivamente in modalità telematica. Il Suap di Volterra utilizza, tramite il portale www.sporvic.it il servizio STAR (Sistema Telematico di Accettazione Regionale) 

Per accedere a STAR 2020
https://servizi.patti.regione.toscana.it/star/ente/13.13.1.M.000.050039?dominio=SUAP

Per consultare la modulistica
https://servizi.patti.regione.toscana.it/star-info/ente/13.13.1.M.000.050039?dominio=SUAP

Archivio pratiche antecedenti al 17 novembre
https://servizi2.suap.toscana.it/suap-accettatore/I177/lemiepratiche


 

IL RESPONSABILE DEL SUAP

Dott. Gianluca Pasquinucci
Palazzo Pretorio 3° piano
Piazza dei Priori
Volterra
Telefono 0588/86050 seguito da 0111


Istruttore Direttivo

Dr.ssa Agnese Grilli
Palazzo Pretorio 3° piano
Piazza dei Priori
Volterra
Telefono 0588/86050 seguito da 0353

Orario al pubblico

 
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
Mattina
 
9:00 - 13:00
 
9:00 - 13:00
9:00 - 12:00
 
 
Pomeriggio
 
15:00 - 17:30 *
 
15:00 - 17:30 *
 
 
 
 

(*) solo su appuntamento

 

Per comunicare con l'ufficio è preferibile l'utilizzo della mail. Nei giorni di chiusura (Lunedì e Mercoledì) il Responsabile del SUAP potrebbe non essere raggiungibile telefonicamente.

 

DIRITTI SUAP

Per le pratiche presentate a questo SUAP devono essere pagati i diritti di istruttoria pari a €.10,00 per le SCIA e € 25,00 per  iprocedimenti soggetti ad autorizzazione.
Solo per le pratiche di cessazione i diritti non sono dovuti.
Il versamento dei diritti SUAP può essere eseguito con le seguenti modalità:
1) In contanti presso la Tesoreria Comunale (Monte dei Paschi di Siena - Piazza Martiri della Libertà);
2) Tramite bonifico bancario con le seguenti coordinate: Monte Paschi di Siena, Agenzia di Volterra  IBAN: IT05L0103071220000001029441indicando come causale "diritti Suap per pratica Ditta ................."intestato a "Comune di Volterra Piazza dei Priori 12";
3) Tramite ccp n. 108563 indicando come causale" diritti Suap per pratica Ditta ................." intestato a "Comune di Volterra Piazza dei Priori 12"

 

Nuovo tariffario delle prestazioni dei Dipartimenti della Prevenzione delle Aziende USL della Toscana


VALORIZZAZIONE DEGLI ESERCIZI STORICI DEL COMUNE

ISTANZA PER RICONOSCIMENTO ESERCIZI STORICI

Si allega l'istanza per l'iscrizione all'albo degli esercizi storici di Volterra in attività da almeno 50 anni come da REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DEGLI "ESERCIZI STORICI"  approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 2/04/2014

 

AVVISO AGLI UTENTI

NUOVO REGOLAMENTO REGIONALE SUL TURISMO

Gli uffici Suap informano gli interessati che in data  11/08/2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Regionale 47/R/2018 in attuazione della testo Unico sul Turismo nel quale sono contenute molte e importanti novità in particolare per quanto riguarda le strutture ricettive.
I tempi di adeguamento al nuovo regolamento sono molto rapidi ( Marzo 2019), pertanto si suggerisce di prendere tempestiva visione delle novità anche con l'ausilio dei propri tecnici di fiducia e di rivolgersi eventualmente agli uffici Suap dopo aver preso adeguata visione della normativa.

Covid-19 - CESSA L'OBBLIGO DI INVIO DEL PROTOCOLLO ANTICONTAGIO

Ordinanza regionale n. 62 per misure di contenimento da adottare negli ambienti di lavoro (l'ordinanza regionale n. 48/2020 cessa efficacia)


- Cessa l'obbligo dell'invio dei protocolli anti-contagio che le attività economiche, produttive, sociali e professionali riaperte erano tenute a trasmettere a Regione Toscana tramite mail o portale STAR. Proseguono invece i controlli del rispetto delle procedure di sicurezza anti-contagio.

Pulizia, disinfezione, sanificazione e areazione degli ambienti di lavoro, esclusi quelli sanitari e i cantieri, ma compresi gli uffici pubblici e privati, gli studi professionali, i servizi amministrativi che prevedono accesso del pubblico e tutti i lavoratori autonomi: d'ora in poi per le procedure di sanificazione/pulizia si dovrà fare riferimento alle indicazioni contenute nei rapporti dell'Istituto Superiore di Sanità (ISSCOVID-19 n. 19/2020, n. 5/2020, n. 21/2020, n. 25/2020, n. 33/2020 e successivi aggiornamenti

Rapporti Istituto Superiore di Sanità (ISS) a cui si riferisce l'ordinanza regionale 62/2020:
Rapporto ISS 5/2020 Rev. 2 (pdf) - Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell'infezione da virus SARS-CoV-2.
Rapporto ISS 19/2020 (pdf) - Raccomandazioni ad interim sui disinfettanti nell'attuale emergenza COVID-19: presidi medico-chirurgici e biocidi.
Rapporto ISS 21/2020 (pdf) - Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico recettive e altri edifici ad uso civile e industriale, non utilizzati durante la pandemia COVID-19.
Rapporto ISS 25/2020 (pdf) - Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell'attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento.
Rapporto ISS 33/2020 (pdf) - Indicazioni sugli impianti di ventilazione/climatizzazione in strutture comunitarie non sanitarie e in ambienti domestici in relazione alla diffusione del virus SARS-CoV-2.
Tutti i rapporti ISS sul Covid-19 sul sito dell'Istituto Superiore di Sanità

CIRCOLARE AD OGGETTO "CONSEGNE A DOMICILIO DA PARTE DI PRODUTTORI PRIMARI ED ALTRI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE

CHIARIMENTI

Autorizzazione di carattere generale ai sensi dell'art. 272 comma 2 del D.Lgs. 152/2006.

Individuazione nuove categorie e criteri per le attività da assoggettare ad autorizzazione generale ai sensi dell'art. 272 del D.Lgs. nr. 152/2006. Approvazione allegati tecnici per attività di "Lavorazione inerti" e di "Lavorazione materiali lapidei ornamentali (marmi, pietre, graniti etc.)

AZIONI FINALIZZARE ALLA TUTELA E ALLA VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO DI VOLTERRA AI SENSI DEL COMBINATO DISPOSTO DEGLI ARTT. 52 COMMA 1 DEL D.LGS 42/2004, ART 1 COMMA 4 DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 222/2016, ART 31 COMMA 2 DEL DECRETO LEGISLATIVO 214/2011 E ART. 49 COMMA 3 DELLA LRT 62/2018"

PIANO TRIENNALE DI CONTENIMENTO DELL'INSEDIAMENTO DI NUOVE ATTIVITA' COMMERCIALI E ARTIGIANALI AFFERENTI AL SETTORE ALIMENTARE ALL'INTERNO DEL CENTRO STORICO DI VOLTERRA.

L'ufficio SUAP informa che in data 28.03.2019  è stato sottoscritto tra il Comune di Volterra e la Regione Toscana il Piano Triennale di Contenimento dell'insediamento di nuove attività commerciali ed artigianali afferenti al settore alimentare all'interno del centro storico  di Volterra 

ORDINANZA 30 MAGGIO 2020

CENTRI ESTIVI (INVIO PRATICA)

A seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, le modalità di realizzazione delle attività ludico-ricreative ("centri estivi")  per i bambini di età superiore a 3 (tre) anni e gli adolescenti sono svolte, a partire dal 15 giugno 2020, sulla base delle Linee guida di cui all'Allegato 8 del DPCM 17 maggio 2020, punto 3.9, recepite con ordinanza del Presidente della Giunta Regionale  Toscana n. 57 del 17 maggio 2020.

I soggetti proponenti l'attività ludico-ricreative ("centri estivi") devono sottoporre il progetto organizzativo del servizio offerto al Comune territorialmente competente, attraverso piattaforma SUAP, tramite inserimento del modulo di comunicazione di inizio attività di cui all'allegato 1 all'ordinanza del Presidente della Giunta Regionale  Toscana n. 61 del 30 maggio 2020.

Il soggetto gestore delle attività ludico-ricreative è tenuto a sottoscrivere, insieme a ciascuna famiglia dei bambini iscritti, il patto di corresponsabilità finalizzato al rispetto delle regole di gestione e delle misure di contenimento della diffusione del contagio epidemiologico da COVID -19, secondo lo schema tipo di cui all'allegato 2 all'ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 61 del 30 maggio 2020.

L'organizzatore deve autocertificare il possesso dei requisiti e il rispetto delle norme anti-contagio.

La pratica di avvio centro estivo potrà essere presentata in modalità on line, tramite il portale www.sporvic.it , che rimanda al portale regionale STAR.

Sull'accettatore regionale STAR è ATTIVATO, all'interno dell'aggregato COVID-19-Adempimenti, trattati "Centri estivi (Ordinanza PGRT n.61 del 30 maggio 2020)" - intervento "Centri estivi" in corrispondenza della quale sarà pubblicata la modulistica prevista per la presentazione delle pratiche: - Comunicazione di inizio attività - Schema tipo di progetto organizzativo del servizio offerto.

Si comunica che per il supporto sui contenuti della comunicazione e del progetto operativo, è stata istituita la seguente mail di help desk: hd-centriestivi@regione.toscana.it.

Linee guida dalla Conferenza delle Regioni per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative

Si comunica che sono state ampliate le linee guida dalla Conferenza delle Regioni per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative.
Nella sezione 9 giugno 2020 del sito www.sporvic.it è stata pubblicata la versione aggiornata elaborata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
Le "Linee Guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative" comprendono ora anche le schede relative ai seguenti settori: congressi e grandi fiere; sale slot, sale giochi e sale bingo; discoteche.
Sono state razionalizzate e integrate le schede relative a:
-  "Ristorazione", dove è stato inserito un paragrafo dedicato alle "cerimonie";
- "Attività ricettive" (che oltre alle indicazioni generali prevede regole specifiche per: strutture turistico-ricettive all'aria aperta; rifugi alpini ed escursionistici; ostelli della gioventù; locazioni brevi);
- "Servizi per l'infanzia e l'adolescenza" (con un paragrafo dedicato ai "Campi estivi").
Sono state notevolmente aggiornate le schede relative alle "Aree giochi per bambini" e a "Cinema e spettacoli dal vivo" (quest'ultima con riferimenti a: fondazioni liriche, sinfoniche e orchestrali e spettacoli musicali; produzioni teatrali; produzioni di danza)
Infine sono state aggiornate anche le altre schede, in particolare per quanto guarda le prescrizioni per favorire il ricambio d'aria.

Sospensione e differimento termini nei procedimenti AUA, AIA e autorizzazioni ambientali di competenza regionale

Con DGRT n. 434 del 30.03.2020 Regione Toscana (pdf) ha fornito indicazioni operative per la sospensione dei termini dei procedimenti e per il differimento, in periodo di emergenza Covid-19 (tra il 23 febbraio 2020 e la fine del periodo di validità delle misure restrittive), dei termini temporali per gli adempimenti previsti nelle autorizzazioni AUA, AIA e nelle altre autorizzazioni ambientali di competenza regionale. Info di maggiore dettaglio, relative ai singoli procedimenti, sono contenute nella delibera stessa.

Ordinanza regionale n. 63, in vigore dal 9 giugno 2020: formazione e commercio su aree pubbliche, le novità

Stabilisce che i percorsi di formazione erogati da soggetti pubblici e privati e l'attività corsistica individuale e collettiva possono avvenire completamente in presenza, nel rispetto delle linee guida in materia di formazione professionale e di formazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro di cui all'allegato 5 dell'ordinanza regionale n. 60.Si approvano le linee guida per i comportamenti di commercianti e clienti indicazioni ai fini della prevenzione del contagio nel settore del commercio su aree pubbliche: mercati (all'aperto, coperti e su strada), posteggi fuori mercato, fiere, fiere promozionali, fiere specializzate nel settore dell'antiquariato, manifestazioni commerciali a carattere straordinario (come definite dall'articolo 32 della L.R. 62/2018, Codice del commercio), attività in forma itinerante senza concessione di posteggio, mercati dei produttori agricoli.Ordinanza del Presidente della Regione Toscana n. 63 dell'8 giugno 2020Allegato 1 - Commercio al dettaglio su area pubblica linee guida

Ordinanza regionale 65/2020: nuove schede tecniche per le attività che per Regione Toscana riaprono dal 13 giugno 2020

Schede tecniche modificate per le seguenti attività:
Allegato 1 - Ristorazione (139.59 KB)  - Modifiche di particolare interesse: introdotta la possibilità di fare il buffet, introdotto capito sulla disciplina delle cerimonie;
Allegato 1 - Attività ricettive  (alberghiere, extra alberghiere, agriturismi, locazioni brevi, rifugi, ostelli) - 145.8 KB  - Modifiche di particolare interesse: introdotto il divieto per il bagno turco e sauna in ambienti comuni. È consentito solo con prenotazione esclusiva; introdotto capitolo sui rifugi alpini ed escursionistici; introdotto capitolo sugli ostelli della gioventù; il capitolo sulle locazioni brevi è stato radicalmente modificato;
Allegato 1 - Servizi alla persona (acconciatori, estetisti e tatuatori) (136.71 KB)  - Modifiche di particolare interesse: bagno turco e sauna consentito accesso solo con prenotazione esclusiva; introdotto un capitolo relativo ai centri massaggi e ai centri abbronzanti;
Allegato 1 - Piscine (139.58 KB)
Allegato 1 - Palestre (133.66 KB)
Allegato 1 - Manutenzione del verde (132.93 KB)
Allegato 1 - Informatori scientifici del farmaco (129.96 KB)
 
Allegato 1 - Aree giochi per bambini (136.11 KB)
 
Allegato 1 - Circoli culturali e ricreativi (135.6 KB)
 
Allegato 1 - Strutture termali e centri benessere (148.35 KB)
 
Allegato 1 - Noleggio veicoli e altre attrezzature (134.6 KB)

Nuove schede tecniche per le attività che riaprono dal 13 giugno 2020 (misure da adottare per la riapertura):
Allegato 1 - Congressi e grandi eventi fieristici (136.87 KB)
 
Allegato 1 - Sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse (134.13 KB)
 
Allegato 1 - Discoteche (136.76 KB)
 
Allegato 1 - Cinema e spettacoli dal vivo (141.96 KB) 




Elenco delle misure adottate con il Decreto Rilancio aggiornato al 10 giugno

Sul sito del Governo l'elenco delle misure adottate con il Decreto Rilancio aggiornato al 10 giugno https://bit.ly/2MOXHib

Tariffe di competenza regionale da applicare per le procedure di riconoscimento CE e volturazione - Aggiornamento codice IBAN conto corrente regionale

RAZIONALIZZAZIONE DEL CONSUMO DI ACQUA POTABILE E DIVIETO DI USO IMPROPRIO

Ordinanza 66 del 12 giugno 2020 - Contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori misure per la Fase 2 relative a centri estivi 0-3 e campi estivi

Ordinanza 67 del 16.06.2020 del Presidente della Regione Toscana

Contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori misure sulla igiene e pulizia delle mani

BONUS VACANZE

L'Agenzia delle entrate ha pubblicato nelle "aree tematiche" del suo sito, uno speciale dedicato al Bonus vacanze 2020, previsto dal Decreto Rilancio, con i dettagli sui requisiti e le modalità per ottenere e utilizzare l'importo fino a 500 euro (in base al nucleo familiare).Il Bonus vacanze potrà essere speso presso una struttura ricettiva italiana, tra cui le strutture agrituristiche.
Il Bonus vacanze fa parte delle iniziative previste dal Decreto Rilancio (art. 176 del D.L. n. 34 del 19 maggio 2020) e offre un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. Può essere richiesto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito dell'Agenzia delle Entrate
 

Finanziamenti alle imprese

La Regione Toscana ha pubblicato la guida per gli incentivi alle imprese aggiornata al 20 giugno con appendice speciale dedicata all'emergenza Covid-19

Strutture ricettive: sospensione attività nel periodo di emergenza sanitaria

L'art. 30 della Legge Regionale 6 luglio 2020, n. 51 "Legge di manutenzione dell'ordinamento regionale 2019" ha modificato la L.R. 86/2016 "Testo unico del sistema turistico regionale", introducendo per tutte le strutture ricettive un termine massimo di sospensione pari a 12 (dodici) mesi consecutivi, in analogia con gli esercizi commerciali.
Ne consegue che - a partire dall'entrata in vigore della legge - ciascun gestore di qualsivoglia struttura ricettiva potrà attivare la procedura della sospensione dell'attività, con rituale comunicazione al SUEAP, fruendo della possibilità di sospendere fino a dodici mesi consecutivi.
Si ricorda che dall'inizio dell'emergenza sanitaria alle strutture ricettive alberghiere non è stata imposta la chiusura: esse hanno potuto proseguire la propria attività, ma esclusivamente per le persone autorizzate a spostarsi secondo le previsioni normative al momento vigenti.
Per tutte le strutture ricettive non alberghiere, i DPCM che si sono succeduti dal 9 marzo in poi ne hanno imposto la chiusura, che ha avuto termine il 18 maggio, come da DPCM 17 maggio 2020 e da Ordinanza PGR n.57 di pari data.
Dal 18 maggio, pertanto, tutte le strutture ricettive non alberghiere sono state autorizzate a riaprire, senza dover comunicare la riapertura ad alcuna autorità/ufficio della Pubblica Amministrazione.
Per la fase antecedente l'entrata in vigore della modifica normativa - e quindi per le strutture alberghiere che hanno ritenuto di chiudere dal 10 marzo in poi o per quelle non alberghiere che hanno ritenuto di non riaprire dal 18 maggio - ferma restando la comunicazione della sospensione al SUEAP, il termine di sospensione è da intendersi valido in ogni caso fino al 31 luglio 2020, ovvero il termine dello "stato di emergenza".

DPCM precedenti del mese di ottobre

I precedenti DPCM del 24, 18 e 13 ottobre 2020, sono stati tutti "sostituiti" dal DPCM del 3 novembre per questo sono stati tutti tolti da questa pagina.

Verifica codice Ateco attività SOSPESE dal DPCM 3 novembre

Nella sezione notizie e aggiornamenti del portale Ateco, alla data 6.11.2020, è possibile verificare i codici Ateco delle attività sospese dal 6 novembre al 3 dicembre in base al DPCM del 3 novembre 2020, contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19.
I codici Ateco delle attività sospese sono riportati in tabelle differenziate secondo le aree di rischio stabilite nel decreto:
 ecco la tabella con i codici Ateco delle attività sospese riferiti alla zona rossa (pdf).

Per conoscere/controllare il codice Ateco di un'impresa, oltre a consultarne la visura, è possibile utilizzare la ricerca anagrafica gratuita del portale registroimprese.it.

DPCM 3 Novembre 2020

Il DPCM 3 novembre 2020  sostituisce il precedente DPCM del 24 ottobre in materia di misure anti-Covid.
È valido dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 (posticipato di un giorno da Conte). 
Dal 15 novembre la Regione Toscana è classificata zona ROSSA.  Fare attenzione agli allegati 23 e 24 che elencano in modo categorico quali attività commerciali e di servizio alla persona sono consentite. 
Nei centri commerciali, nei giorni festivi e prefestivi,  sono aperti soltanto: alimentari, presidi sanitari, farmacie, parafarmacie, edicole, tabacchi. 

Testo integrale del DPCM 3 Novembre 2020 dalla Gazzetta Ufficiale
I 25 allegati attualmente in vigore (DPCM firmato il 3 novembre)

Allegati dall'1 al 7 (98.62 KB)  sono relativi ai protocolli con le confessioni religiose
Allegati dall'8 al 24 contengono tutte le linee guida e le misure da rispettare durante tutta la fase di emergenza:

Allegato 8 (75.11 KB)  - Gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti 
Allegato 9 (257.58 KB)  - Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative
Allegato 10 (22.31 KB)  - Criteri per Protocolli di settore elaborati dal Comitato tecnico-scientifico 
Allegato 11 (16.8 KB)  - Misure per gli esercizi commerciali
Allegato 12 (68.66 KB)  - Protocolli di regolamentazione delle misure anti-Covid negli ambienti di lavoro
Allegato 13 (59.64 KB)  - Protocolli per i cantieri
Allegato 14 (42.14 KB)  - Protocolli per il settore del trasporto e della logistica
Allegato 15 (86.46 KB)  - Linee guida in materia di trasporto pubblico
Allegato 16 (24.8 KB)  - Linee guida per il trasporto scolastico dedicato
Allegato 17 (20.63 MB)  - Misure per la gestione dell'emergenza a bordo delle navi da crociera
Allegato 18 (36.19 KB)  - Linee guida concernenti la completa ripresa delle ordinarie attività formazione superiore anno 2020/21
Allegato 19 (20.49 KB)  - Misure igienico-sanitarie
Allegato 20 (17.59 KB)  - Spostamenti da e per l'estero
Allegato 21 (6.43 MB)  - Gestione di casi e focolai di sars-cov-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell'infanzia
Allegato 22 (28.48 KB)  - Gestione di casi confermati e sospetti di covid-19 nelle aule universitarie
Allegato 23 (19.06 KB)  - Commercio al dettaglio (attività consentite)
Allegato 24 (15.03 KB)  - Servizi per la persona (attività consentite)

L'allegato 25 contiene la strategia individuata per definire il livello di criticità delle Regioni:

Allegato 25 (27.43 MB) - Prevenzione e risposta a COVID-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale


Decreto Ristori

Decreto Ristori bis

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ristori bis che prevede misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno a lavoratori/imprese e giustizia, connesse all'emergenza epidemiologica da Covid-19.

DPCM E ANIMALI: LE FAQ PER ORIENTARSI NELLA NUOVA EMERGENZA DA COVID-19

Il nuovo DPCM in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 divide le Regioni in tre fasce di rischio (rosso, arancione, verde) ponendo, a seconda di queste, delle limitazioni orarie e territoriali per gli spostamenti, che rimangono però in ogni caso sempre un diritto-dovere, in assenza di alternative, per accudire animali che altrimenti soffrirebbero o morirebbero. 

Si può-si deve quindi continuare a dare l'assistenza necessaria agli animali dei quali si è responsabili 
poiché questa rientra - come già successo e riconosciuto nel lockdown nazionale di primavera scorsa - nelle "situazioni di necessità" e/o "per motivi di salute".

Non vi sono chiusure imposte a negozi di cibo per animali, studi medico-veterinari, canili e rifugi.
Eventuali chiusure sono decise autonomamente dai proprietari ma, comunque, va assicurato il benessere degli animali presenti in canili, rifugi, allevamenti, ecc.

Per informazioni cliccare sul link
https://www.lav.it/news/dpcm-ordinanze-animali-faq

CHIARIMENTI SULLA RISTORAZIONE DA ASPORTO

HOBBISTI

Tesserino per Hobbisti

La Regione Toscana  con legge n° 68 del 23/07/2020, pubblicata sul BURT il 29/07/20, ha  modificato la L.R. 62/2018 (Codice regionale del Commercio),  disciplinando i cosiddetti  "Hobbisti"  che vengono definiti come operatori non professionali del commercio e non in possesso di nessun titolo abilitativo o autorizzazione comunque denominata, i quali vendono o barattano , in modo saltuario o occasionale merci da loro stessi prodotte di modico valore e nei mercatini degli hobbisti , i partecipanti vendono o barattano, in modo saltuario o occasionale, merci da loro stessi prodotte di modico valore, che non superino il prezzo unitario di euro 100,00, per un valore complessivo della merce esibita non superiore a euro 1.000,00  e devono altresì essere in possesso del tesserino di riconoscimento rilasciato dal Comune di residenza .

Requisiti e obblighi di ciascun hobbista


L'hobbista:
1) deve essere in possesso dei requisiti di onorabilità di cui all'articolo 11 del Codice regionale del Commercio
2) deve essere in possesso del tesserino di riconoscimento rilasciato dal Comune di residenza o, se non residente in Toscana, dal Comune nel quale si svolge la prima manifestazione a cui chiede di partecipare

ai fini del rilascio del tesserino, l' hobbista:
attesta che le merci messe in vendita sono da lui stesso prodotte, ai sensi dell'articolo 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa)
esibisce il tesserino per la vidimazione a ogni manifestazione cui partecipa, fornendo anche l'elenco completo dei beni che intende vendere o barattare. L'elenco contiene la descrizione delle tipologie dei beni e il relativo prezzo al pubblico
non può partecipare a un numero di manifestazioni superiore a sei ogni anno
non può farsi sostituire  da altri soggetti nell'esercizio della propria attività
applica alle merci in vendita le disposizioni di cui all'articolo 100 del Codice regionale del Commercio in materia di pubblicità dei prezzi (prezzi esposti)

Il tesserino di riconoscimento

è rilasciato dallo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) e contiene le generalità e la fotografia del partecipante ed un numero di spazi per la vidimazione non superiore a sei
ha validità annuale, a partire dalla data di rilascio, su tutto il territorio regionale e:non è cedibile
deve essere esposto in modo ben visibile durante lo svolgimento delle manifestazioni
deve essere vidimato dal Comune organizzatore della manifestazione, anche se la gestione della stessa è affidata a soggetti diversi.

In caso di manifestazioni della durata di due giorni consecutivi, la partecipazione si considera unitaria e la vidimazione è unica.
viene ritirato in caso di perdita dei requisiti di onorabilità di cui all'articolo 11 del Codice regionale del Commercio

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Per il rilascio del tesserino l'hobbista - residente a Volterra o, non residente in Toscana, che intende svolgere a Volterra la prima manifestazione a cui chiede di partecipare - deve presentare domanda compilando l'apposito modulo completo di una fotografia formato tessera, della copia di un documento in corso di validità e/o del permesso di soggiorno e contenente le dichiarazioni e attestazioni necessarie da inviare al Comune di Volterra  (Piazza dei Priori Palazzo Pretorio terzo piano Ufficio SUAP), oppure consegnato all'ufficio protocollo in Piazza dei Priori Palazzo Pretorio 1° piano, o inviato tramite Pec all'indirizzo comune.volterra@postacert.toscana.it  (in questo caso la foto dovrà essere consegnata al momento del ritiro per la necessaria apposizione sul tesserino).
Completata l'istruttoria della richiesta, il tesserino, con le generalità e la fotografia dell'hobbista, dotato di un numero di spazi per la vidimazione non superiore a sei, è rilasciato con validità annuale e in formato cartaceo dallo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) e consegnato all'interessato, previo appuntamento da concordare.
Per ogni ulteriore eventuale informazione telefonare al seguente numero del SUAP  0588/86050 - 0- 353.
l tesserino viene ritirato in caso di perdita da parte dell'hobbista dei requisiti di onorabilità di cui all'articolo 11 del Codice Regionale del Commercio.