testata per la stampa della pagina

ABBRUCIAMENTI

 

In base al D.P.G.R. n.48 /R dell'8 agosto 2003 (Regolamento Forestale della Toscana) e successive s.m.i. è consentito l'abbruciamento dei residui vegetali fino al 30 giugno 2020, salvo diverse comunicazioni dall'Ente Regionale.


L'abbruciamento deve essere effettuato in conformità alle principali norme di prevenzione indicate: entro 250 metri dal luogo di produzione e in piccoli cumoli, in assenza di vento, in spazi ripuliti e isolati da vegetazione e residui infiammabili, operando mai da soli ma almeno in presenza di una seconda persona e sorvegliando il fuoco fino al completo spegnimento.


L'abbruciamento nelle aree boscate rimane possibile solo previa autorizzazione da richiedere all'Unione Montana Alta Val di Cecina.


Sono invece consentiti gli abbruciamenti nella fascia di terreno di larghezza pari a 50 metri contigua al bosco e nei castagneti da frutto, purché eseguiti in conformità alle norme di prevenzione.


Si ricorda che ai sensi dell'art 7 del vigente regolamento di polizia locale è sempre vietato accender fuochi in ambito urbano.


Dal 1 luglio al 31 agosto vige il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali su tutto il territorio regionale.


È consentita esclusivamente la cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e nelle aree attrezzate, salvo diverse prescrizioni. Eventuali ulteriori periodi a rischio possono essere stabiliti e comunicati ai Comuni da parte della Regione.

Comune di Volterra

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito