Contributo per lo sfratto per morosità incolpevole

 

Grazie al fondo regionale per la prevenzione della esecutività degli sfratti per morosità incolpevole, il comune di Volterra indice un bando rivolto agli inquilini che si trovano in casi in cui la capacità reddituale, che prima permetteva dipagare l'affitto, diminuisce per una delle seguenti cause:
- perdita di lavoro per licenziamento
- consistente riduzione dell'orario di lavoro
- mancato rinnovo di un contratto atipico o cessata attività di libero professionista
- malattia grave od infortunio di un componente del nucleo
Gli inquilini morosi e sottoposti a procedura di sfratto residenti nel Comune di Volterra che abbiano un reddito inferiore al limite ISEE imposto dal bando, possono presentare domanda. Il modello della domanda può essere scaricato da questo sito oppure ritirato presso l'ufficio Sociale (primo piano del Palazzo Pretorio in Piazza dei Priori, 12). Una volta compilato e con allegati i documenti richiesti e l'attestazione ISEE, dovrà essere riconsegnato presso l'ufficio comunale e protocollato.
Tutte le domande raccolte saranno sottoposte al vaglio della Commissione Territoriale per il contrasto al disagio abitativo, un organismo di carattere provinciale.

 

AGGIORNAMENTO DEL 16/02/2022.

L'amministrazione comunale rende noto che a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso pubblico e fino ad esaurimento del fondo regionale per la prevenzione dell'esecutività degli sfratti per morosità incolpevole destinato al LODE Pisano, i soggetti in possesso dei requisiti sotto elencati potranno presentare domanda per ottenere un contributo straordinario volto ad evitare l'esecuzione di sfratti per morosità nei confronti dei conduttori in temporanea difficoltà economica, determinata dalla perdita o dalla diminuzione della loro capacità reddituale in conseguenza della crisi economica, secondo quanto disposto nel presente avviso e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
VALIDO FINO AL 31/12/2022.