1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

«Nel primo trimestre 2016 abbiamo incassato 52mila euro contro i 18mila del 2015, non abbiamo avuto nessun reclamo e la neonata area camper ha registrato indici di soddisfazione molto alta»

Restyling, nuove tariffe orarie e check point dei bus turistici. Sono le novità dei parcheggi nella città di Volterra che fa dell'accoglienza il suo obiettivo primario.
«Nel primo trimestre 2016 abbiamo incassato 52mila euro dai parcheggi contro i 18mila dello stesso periodo dello scorso anno, non abbiamo avuto nessun reclamo e la neonata area camper ha registrato indici di soddisfazione molto alta da parte dei turisti - dichiara Riccardo Fedeli, assessore al bilancio del Comune di Volterra con delega ai parcheggi - Per capire meglio l'importanza dei dati di quest'anno, è opportuno fare un cenno a quelli del 2015. Infatti parcheggi come la Stazione e Viale dei Filosofi hanno avuto incrementi del 130-150% lo scorso anno, ben sopra all'aumento delle tariffe. Un altro ottimo risultato è stato registrato per il parcheggio del Gioconovo e gli altri hanno dimostrato una tenuta sostanziale. Quello più in difficoltà è stato il parcheggio di Docciola. Quest'anno in base ai risultati dell'anno scorso, abbiamo deciso di fare un grosso restyling  all' area sosta dei camper che, seppur provvisoria, ha già riscosso un ottimo risultato. Sono state istituite le nuove tariffe orarie ai Macelli e in Viale dei Filosofi con una sosta oraria di 1,50 euro l'ora e tra le novità, nel weekend del 25 aprile, partirà anche il check point dei bus in Piazza Martiri. Infine ma non meno importante con la società che gestisce i parcometri, abbiamo istituito un abbonamento di servizi, che ci permette di avere assistenza entro le  24 ore successive alla chiamata e un software per la gestione e il controllo dei parcometri che ci permette anche un controllo giornaliero degli incassi». Un andamento positivo che l'assessore Fedeli riscontra nell'avvio della stagione turistica di Volterra: «C'è più di un cauto ottimismo dovuto anche finalmente a una stagione sia per numero e qualità di eventi che non si vedeva da anni a Volterra, grazie al lavoro in tandem tra gli assessorati alla cultura, al turismo e allo sport. C'è grande soddisfazione per i dati del sistema museale che di recente si è arricchito dell'apertura della Cisterna Romana. Qui i risultati sono da record nei confronti degli ultimi 15 anni presi a riferimento, soprattutto per il Museo Guarnacci che si attesta sul 53% in più di incassi e un 41% in più dei visitatori, rispetto al 2015 che di per sé era stato un anno record e significativo anche grazie alla mostra Rosso Fiorentino».

fonte. Ufficio stampa