1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

«Non tutti i territori possono permettersi di avere sulle proprie tavole il sale e l'olio locale, come noi. Rendiamolo un valore aggiunto»

«Dopo il formaggio senza latte l'apertura all'olio tunisino da parte dell'Unione Europea è solo l'ultimo problema, in ordine di tempo, creato al nostro comparto agroalimentare». Così il sindaco di Volterra Marco Buselli interviene sulla decisione dell'Ue di consentire per due anni l'ingresso di 35mila tonnellate di olio tunisino a tassi avvantaggiati. «Serve una tra tracciabilità e un'indicazione chiara del luogo in cui l'olio viene prodotto - prosegue il primo cittadino -. Non solo dove viene imbottigliato. Ma un segnale chiaro può venire anche dal basso. Facciamo comparire sulle tavole dei nostri ristoranti e delle nostre attività solo olio di Volterra, visto che non ci manca e che abbiamo una produzione di altissima qualità. Non tutti i territori possono permettersi di avere sulle proprie tavole il sale e l'olio locale, come noi. Rendiamolo un valore aggiunto».

fonte: Ufficio stampa