1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

L'assessore Baruffa: «Ogni intervento della giornata ha arricchito il convegno e ha creato una punto di partenza per Regione e Comune che lavoreranno per la promozione di queste vie»

E' stata la città di Volterra ad ospitare la chiusura delle celebrazioni della Festa della Toscana. La cerimonia si è svolta lunedì mattina nella Sala del Consiglio di Palazzo dei priori con un convegno dedicato alle Vie del Sale. Alla giornata hanno partecipato il presidente del Consiglio regionale  Eugenio Giani, il sindaco di Volterra Marco Buselli, l'assessore alla Cultura Alessia Dei, il vicesindaco di Gambassi Terme  Sara Rigacci e il coordunatore dall'evento e assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa che ha organizzato e promosso la manifestazione insieme a Sabrina Busato presidente della Feisct (Federazione europea itinerari storici culturali e turistici).
«Una mattina molto importante per il turismo slow sempre più valorizzato da parte delle istituzioni e sempre più apprezzato dai visitatori - ha dichiarato l'assessore Baruffa -  Le Vie del Sale sono state motivo di ricchezza economica del passato e potrebbero essere una grande risorsa per un turismo turistico culturale. Ogni intervento della giornata ha arricchito il convegno e ha creato una punto di partenza per Regione e Comune che lavoreranno per la promozione di queste vie forse un po' meno conosciute ma importante nel passato per l'economia di tutta la regione».
Molti gli interventi dopo quelli istituzionali tra i quali quelli di Roberta Benini, presidente delle Manifestazioni di rievocazione storica della Regione Toscana, Rosanna Betti coordiantrice FIAB toscana, Paolo Bacci del dipartimento dell'energia dei sitemi del territorio e delle costruzioni dell'università di Pisa, Fabio Baroni del Comune di Fosdinovo, Giancarlo dell'Orco di Maremma Network. Durante la mattinata è stato anche presentato il video "Con Pietro Leopoldo sulle Vie del Sale" coprodotto da Comune di Volterra, Consiglio della Regione Toscana e Feisct.
«Il sale e tutto ciò che ad esso è legato - ha aggiunto il sindaco Buselli -, può tornare ad essere elemento centrale di Volterra e del suo territorio. Del sale e delle saline di Volterra si deve tornare a parlare».
Alla mattinata hanno partecipato anche gli istituti cittadini IIS Niccolini, IIS Carducci, ICS Jacopo da Volterra.

fonte: Ufficio Stampa