1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

L'assessore all'istruzione Dei: «Un progetto che ci permette di ospitare tutti coloro che qui trovano la scuola più adatta per costruire il proprio futuro».

C'è tempo fino al 22 febbraio per presentare domanda di iscrizione agli istituti superiori di Volterra. Una possibilità non solo per i residenti nel territorio ma anche per chi proviene da fuori provincia grazie al progetto "Studiare e dormire a Volterra" messo a punto dall'amministrazione comunale, in collaborazione con la Banca e Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, la Scuola Internazionale di Alta Formazione e il sostegno della Regione Toscana. «Un progetto che ci permette di ospitare tutti coloro che a Volterra trovano la scuola più adatta per costruire il proprio futuro - spiega l'assessore all'istruzione del Comune di Volterra - e di incrementare la popolazione scolastica dei nostri istituti».
Il progetto prevede che da settembre a dicembre 2016, nelle strutture del Siaf e da gennaio 2017 in strutture comunali, saranno disponibili 20 alloggi a canone concordato (200 euro al mese) per gli studenti che decideranno di studiare a Volterra. Due gli istituti: l'ITCG Niccolini con gli indirizzi geometri, amministrazione e finanza, alberghiero, ai quali si aggiungono l'indirizzo industriale con sede a Pomarance e l'alberghiero (sez. Casa di reclusione Graziani); e l' IIS Carducci con gli  indirizzi: liceo classico, liceo scientifico, liceo delle scienze umane, liceo artistico. Istituti riconosciuti per elevata qualità dell'insegnamento e qualità della vita al loro interno.

fonte: Ufficio stampa