1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

saranno creati anche eventi e manifestazioni studiate appunto per valorizzare il territorio

È stato firmato ieri (lunedì 9 febbraio) nella sala del consiglio di Chiusi, alla presenza del primo cittadino Juri Bettollini, dell'assessore al sistema Chiusipromozione Chiara Lanari, del sindaco del Comune di Murlo Fabiola Parenti, dell'assessore alla cultura del Comune di Volterra Alessia Dei e della consigliera di maggioranza del Comune di Volterra Tiziana Garfagnini, il protocollo d'intesa per il progetto "Infinito etrusco". Obiettivo dell'intesa sarà creare un distretto in grado di intercettare finanziamenti, creare servizi e prodotti turistici per i territori di competenza attraverso il minimo comun denominatore dell'antica civiltà etrusca che accumuna i tre Comuni."Il messaggio che parte con la firma dell'atto su Infinito etrusco -dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini -  è quello, come sta facendo anche il Governo Renzi, di rilanciare la cultura per valorizzare i nostri territori. La nostra storia può valorizzare grandi elementi di eccellenza e di attrattività. Gli attuali progetti in sinergia tra città diverse lo dimostrano. Abbiamo bisogno di mostrare le nostre bellezze e di incuriosire più persone possibili così da far conoscere ad un pubblico vasto le meraviglie di un territorio dalle grandi potenzialità e che anche attraverso progetti come questo può essere promosso nel migliore dei modi""I progetti di valorizzazione che partono dalla cultura del nostro passato e ci proiettano nel futuro sono fondamentali -dichiara l'assessore al sistema Chiusipromozione Chiara Lanari - tutto questo è ancora più importante nel momento in cui parliamo di Etruschi perché possiamo apprezzare una cultura e una storia che arriva da lontano ma che ancora oggi ci può far scoprire o riscoprire dei territori attraverso una radice comune molto preziosa. Auspichiamo di avviare attività promozionali che attraverso la sinergia e l'unione riescano ad avere importanti ricadute sia dal punto di vista culturale che turistico." "Siamo partiti dall'idea di unire i territori attraverso la cultura comune e quindi attraverso gli Etruschi - aggiunge - il sindaco del Comune di Murlo Fabiola Parenti -Personalmente ho sempre amato la civiltà etrusca e quando mi sono trasferita dalla Provincia di Pisa a quella di Siena ho scelto una città nella quale gli Etruschi vivono ancora oggi. Sicuramente questo progetto è ambizioso e rappresenterà un impegno continuo nella valorizzazione dei nostri territori.""Si tratta di un progetto significativo e dalla profonda rilevanza culturale e storica in quanto gli etruschi sono coloro che riunendo i villaggi del nostro territorio hanno dato vita alla città di Velathri dalla quale discendono - dichiara l'assessore alla cultura del Comune di Volterra Alessia Dei -. Grazie a questo protocollo d'intesa potranno essere attivati percorsi che faranno riscoprire i nostri territori attraverso le radici comuni della nostra cultura e questo porterà sicuramente un arricchimento culturale e personale". Grazie al protocollo d'Intesa, che avrà durata di cinque anni e che vede il Comune di Murlo come capofila, saranno creati anche eventi e manifestazioni studiate appunto per valorizzare il territorio di tre città attraverso la comune radice e cultura degli etruschi.

fonte: Ufficio Stampa