1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Il Sindaco Buselli: «Sanità pubblica, identità e territorio non possono finire nel tritacarne dei numeri in funzione di interessi che niente hanno a che fare con la necessità di garantire il diritto alla salute e la volontà di esistere, con orgoglio, da parte dei territori e delle comunità locali»

La città di Volterra diventa per un giorno teatro dell'orgoglio dei Comuni d'Italia. Sabato 12 marzo (Sala del Gran Consiglio) è in programma "Orgoglio comune" iniziativa pubblica sull'Italia dei territori e dei piccoli Comuni, organizzata dall'Amministrazione comunale di Volterra, dall'Associazione Comuni Dimenticati e dal portale di informazione toscana agenziaimpress.it. «La città di Volterra - spiega il Sindaco Marco Buselli - è testimonianza viva di una tradizione civica che rappresenta il dna del nostro Paese. Dobbiamo dire basta al tentativo in atto di mortificare le comunità locali con tagli e una deleteria volontà di accorpare e accentrare sempre e solo sulla base dei numeri». Durante l'iniziativa, a cui sono stati invitati 5700 sindaci italiani, si parlerà di sanità pubblica, di identità e territorio oltre che delle fusioni dei piccoli comuni. «Sanità pubblica, identità e territorio non possono - conclude Buselli - finire nel tritacarne dei numeri in funzione di interessi che niente hanno a che fare con la necessità di garantire il diritto alla salute e la volontà di esistere, con orgoglio, da parte dei territori e delle comunità locali»

fonte: Uffcio Stampa