testata per la stampa della pagina

Dove si trova


Palazzo dei Priori
Piazza dei Priori n° 1
56048 - Volterra (PI)


Recapiti


Il Palazzo dei Priori è sede della sala del Consiglio e della Giunta e di alcuni uffici comunali.
L'edificio è parzialmente aperto al pubblico, il percorso di visita comprende la Sala del Consiglio e la Sala della Giunta, al primo piano, e le sale del sottotetto, all'ultimo piano, da cui si può accedere alla Torre Campanaria, che è accessibile e consente di godere di uno splendido panorama sulla città e sulle valli circostanti. 

 


Per informazioni, prenotazioni di visite guidate e servizi scolastici contattare direttamente la Pinacoteca Comunale ai seguenti recapiti: direttamente allo 0588-87580 oppure allo 0588-86050 int. 0-358.
 

 

Orario al pubblico

 
 
LUN
MAR
MER
GIO
VEN
SAB
DOMENICA E FESTIVI
ESTIVO
10.00-17.30
10.00-17.30
10.00-17.30
10.00-17.30
10.00-17.30
10.00-17.30
10.00-17.30
INVERNALE
10.00-16.30
10.00-16.30
10.00-16.30
10.00-16.30
10.00-16.30
10.00-16.30
10.00-16.30



Invernale: dal Secondo Lunedi di Novembre alla Seconda Domenica di Marzo (aperto solo sabato e domenica)
Estivo: dal Secondo Lunedì di Marzo alla Prima Domenica di Novembre

Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio di ogni anno.

 

Prezzo dei biglietti

 

Avvertenza: i seguenti prezzi sono validi dal 1 gennaio 2018.
E' possibile acquistare una Volterra Card, valida per la visita a tutti i siti culturali del Comune di Volterra: Museo etrusco Guarnacci, Pinacoteca e museo civico, Ecomuseo dell' Alabastro, Palazzo dei Priori, Area Archeologica del Teatro Romano di Vallebuona e Area Archeologica dell'Acropoli Etrusca. Ha validità di 72 ore e prevede varie riduzioni e sconti.
In alternativa possono essere acquistati anche i biglietti che consentono di visitare solo il Palazzo dei Priori.

 
Volterra Card
Tipologia
Prezzo
Intero
a persona
€ 16,00
Ridotto
ragazzi dai 6 ai 18 anni, studenti universitari, over 65, soci COOP, soci Touring Club Italiano o FAI, TCI e gruppi di adulti con un minimo di 6 persone
€ 13,00
Ridotto
per gite scolastiche
€ 6,00
Famiglia
valido per ragazzi (6-18 anni) accompagnati da 1-2 adulti fino ad un massimo di 5 persone
€ 24,00
Gratuito
- bambini fino a 6 anni
- residenti nel comune di Volterra
- studenti del distretto scolastico
- disabili e loro accompagnatori
- insegnanti accompagnatori di scolaresche o di gruppi
- guide turistiche autorizzate
- giornalisti
- soci ICOM

 
 
Biglietti Singoli
Tipologia
Prezzo
Intero
a persona
€ 5,00
Ridotto
ragazzi dai 6 ai 16 anni, ultrasessantenni, soci COOP, soci Touring Club Italiano
€ 3,00
Gruppi
gruppi di oltre 10 persone
€ 3,00
 

Caratteristiche

 
Foto del Palazzo dei Priori

Piazza dei Prioriè così chiamata dal nome del principale edificio che si affaccia su di essa: ilpalazzo dei Priori, dal Duecento sede del Comune di Volterra.
Nel 1208, glianziani e il popolo di Volterra decisero la costruzione di un nuovo palazzo chesi affacciasse su questa piazza e che fosse sede degna e imponente del Comune,il palazzo dei Priori.
L'edificio, lacui mole domina l'intera piazza, divenne abitabile già pochi anni dopo, ma fucompletato solamente nel 1257, con la costruzione di un secondo corpo difabbrica lungo la via Turazza, la cosiddetta casa posteriore. Al di sopra delcorpo principale, costituito da un tozzo parallelepipedo, svetta un'alta torreche rende il palazzo più simile a una fortificazione che a un edificiopubblico.
La facciata sicaratterizza oggi per le numerose finestre a bifora e la presenza degli stemmidei magistrati fiorentini che governarono la città dopo la conquista avvenutanel 1472. Molti di essi sono in terracotta policroma di produzione dellabottega dei Della Robbia.
Nello spazio fradue delle aperture del pianterreno fu ricavata un'incisione che rappresental'unità di misura usata nel Medioevo dal Comune di Volterra. Veniva chiamata"canna volterrana" e differiva da quelle usate nelle città vicine; a Volterramisurava 2,52 m ed era suddivisa in 4 braccia di 63 cm, a loro volta divisi in12 once corrispondenti a circa 5,25 cm ciascuna.
Salendo troviamoal primo piano la Sala del Consiglio, usata ancora oggi per le adunanzepubbliche, un'altra più piccola e alcuni piccoli ambienti non aperti alpubblico. Invece è possibile visitare l'ultimo piano del palazzo che consenteanche l'accesso alla Torre Campanaria, da cui si può ammirare un eccezionalepanorama.
Sul pianerottolodel primo piano, è visibile un affresco di Pier Francesco Fiorentino (XVsecolo) raffigurante la Crocifissione.
La Sala delconsiglio è riccamente decorata con un affresco dipinto alla finedell'Ottocento: un'elaborata decorazione architettonica dipinta inquadra quelliche erano ritenuti essere gli stemmi delle famiglie nobili volterrani alternatiallo stemma della città, la croce rossa in campo bianco. Lo stesso stemma dellacittà, insieme a quelli del Comune e del Popolo, è raffigurato sulla parete difondo, al di sopra della porta che conduce nella saletta attigua; ai lati diquesta porta sono pure rappresentati lo stemma della famiglia Medici (lo scudocon sei palle) e il Marzocco della signoria fiorentina, accanto a motti trattidagli statuti comunali.

 
Foto della sala del Consiglio

Un'intera paretedella sala è occupata da un affresco più antico raffigurante l'Annunciazione ei santi Giusto, Ottaviano, Cosma e Damiano, dipinto nel 1383 per mano di Iacopodi Cione Orcagna. Quest'opera segna un momento importante nella storiadell'arte volterrana, infatti è probabilmente il primo dipinto di scuolafiorentina che fu realizzato in un edificio pubblico della città e coincide conun periodo in cui la pressione di Firenze si fece più forte nei confronti diVolterra. Anche la scelta della rappresentazione si presta a una letturapolitica, infatti Cosma e Damiano sono tradizionalmente elencati fra i santipatroni del popolo fiorentino.
Durante lavori direstauro compiuti nel 1958 sono venute alla luce le tracce di un precedenteaffresco probabilmente del XIII secolo e un'iscrizione in parte leggibile: "Diligiteiustitiam qui iudicatis terram". Un'altra parete è occupata dal quadro conle Nozze di Canadi Donato Mascagni, del XVI secolo, proveniente dallabadia di San Giusto.
La sala dellaGiunta, attigua alla sala principale per le adunanze, era in origine chiamata Adiuntaed era utilizzata per riunioni ristrette fra i principali collaboratori deipriori o come sede di eventi di importanza minore. A differenza della sala delConsiglio, non conserva l'intonacatura, ma è visibile la pietra del paramento.In questa sede trovano posto le sinopie (i disegni preparatori) dell'affrescodell'Orcagna conservato nella sala del Consiglio.
Addossati allepareti della sala si possono ammirare i seggi dove trovavano posto i magistratidel Comune.
Al di sopra deiseggi si trova un affresco staccato, che, in origine, era posto sul muro dellascalinata di accesso al palazzo, rappresenta San Girolamo ed èattribuito a Luca Signorelli e datato 1491. Sempre in questa sala sonocollocati un dipinto raffigurante Giobbe, opera di Donato Mascagni, una Nativitàdi Mariadi Gian Domenico Ferretti del 1741 e un'Adorazione dei MagidiIgnazio Hugford, sempre del 1741.
Affacciandosialle finestre che danno sulla piazza è possibile ammirare il palazzo Pretorio,che si trova sul lato opposto, proprio di fronte al palazzo dei Priori. Fucostruito intorno al 1320 unendo vari corpi di fabbrica più antichi che ilComune aveva comprato alle famiglie Malcrazi e Belforti, due fra le più potentie ricche famiglie volterrane.

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito