testata per la stampa della pagina

Autorizzazione scarico acque reflue domestiche e assimilate in recapito diverso dalla pubblica fognatura

In data 19/06/2006 Ŕ stato approvato con Delibera di Consiglio Comunale n░ 26 il Regolamento recante norme procedurali per la presentazione delle domande di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche e assimilate in recapito diverso dalla pubblica fognatura.

Si ricorda che l'allacciamento alla pubblica fognatura, qualora esistente nelle vicinanze, Ŕ obbligatorio (art.14 L.R.T. n░ 20 del 31/05/2006) e deve essere autorizzato da ASA SpA per quanto riguarda gli scarichi reflui domestici e assimilati o, dall'ATO n░5 per quelli urbani e industriali.
Per opportune informazioni:

L'autorizzazione allo scarico di reflui urbani e industriali con recapito fuori dalla pubblica fognatura Ŕ demandato, dalla L.R. 20/2006, alla competenza della Provincia.
Per opportune informazioni: 

Tutti gli scarichi domestici e assimilati, che recapitano fuori dalla pubblica fognatura, sono autorizzati dal Comune mediante richiesta di autorizzazione a COMUNE DI VOLTERRA - SERVIZIO AMBIENTE: 

 
Funzionario Responsabile
Arch. Marco Occhipinti
Indirizzo
Piazza dei Priori,12 - Palazzo Pretorio - P.1░
Referente
Geom. Fosco Pasquinuzzi
Telefono
0588 86050 int. 104
Fax
0588 80035
E-mail
f.pasquinuzzi@comune.volterra.pi.it
Orario
Martedý 9 - 13 e 15 - 18

Giovedý 15 - 18

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA

La richiesta di autorizzazione allo scarico di reflui domestici e assimilati fuori dalla pubblica fognatura deve essere presentata all'Uffico Protocollo (Via G.Turazza n. 2 - Sportello del cittadino) o a mezzo del servizio postale, utilizzando il modulo prestampato MOD 1/RA scaricabile direttamente da questo sito o disponibile presso il Servizio Ambiente, Servizio Urbanistica e Edilizia Privata, Servizio AttivitÓ Produttive - sportello SUAP.

Ogni variazione successiva al rilascio dell'autorizzazione che comporti modifiche quali-quantitative dello scarico deve essere autorizzata; pertanto deve essere presentata nuova richiesta di autorizzazione per nuovo scarico (MOD 1/RA).

Qualora la variazione non comporti modifiche quali-quantitative dello scarico, deve essere effettuata specifica comunicazione al Servizio Ambiente utilizzando l'apposito modello MOD 2/V

 

VARIAZIONE DELLA TITOLARIETA' DELL'AUTORIZZAZZIONE ALLO SCARICO

E' fatto obbligo comunicare al Comune ogni modifica inerente la titolarietÓ delle autorizzazioni allo scarico rilasciate. Tale comunicazione deve essere fatta dal nuovo titolare dell'autorizzazione in forma scritta utilizzando l'apposito modello MOD 2/V. Il Comune provvederÓ con proprio atto alla variazione di titolarietÓ dell'autorizzazione. 

 

PIU' TITOLARI PER UNO SCARICO

Qualora vi siano pi¨ titolari che utilizzano un unico scarico, la richiesta deve essere presentata a nome di tutti e da tutti firmata. A tale scopo, la richiesta pu˛ essere presentata da uno dei proprietari che funge da referente per l'Amministrazione Comunale utilizzando il MOD 1/RA (completa dei dati personali e tecnici) e completata mediante il solito MOD 1/RA con indicanti i dati personali degli altri proprietari e le rispettive firme.

 

RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE

L'autorizzazione allo scarico ha validitÓ quadriennale. Il rinnovo Ŕ tacito se le caratteristiche quali-quantitative degli scarichi non risultino variate rispetto allo stato di fatto autorizzato, previa presentazione di apposita dichiarazione, utilizzando allo scopo il modello MOD 3/RS . Tale dichiarazione dovrÓ essere presentata entro la data di scadenza dell'autorizzazione pena la decadenza della stessa. In caso contrario dovrÓ essere richiesta nuova richiesta di autorizzazione allo scarico mediante il MOD 1/RA.

 

DICHIARAZIONE FINE LAVORI

La fine dell'esecuzione dei lavori, (che dovranno terminare entro 120 gg. dal rilascio dell'autorizzazione allo scarico) dovranno essere certificati utilizzando allo scopo il modello MOD 4/FL.

 

SOSPENSIONE PROCEDIMENTO

MOD 5/SP.

 

DOCUMENTAZIONE

La richiesta di autorizzazione allo scarico deve essere presentata, con le modalitÓ di cui sopra, in un numero di copie pari a quanto indicato nella modulistica, di cui una in bollo (€ 16,00).
Alla richiesta deve essere allegata la documentazione specificata nella modulistica. Al fine di evitare ritardi nell'ottenimento dell'autorizzazione allo scarico di reflui domestici e assimilati con recapito diverso dalla pubblica fognatura, verificare di aver completato in ogni sua parte il modulo prestampato, di aver allegato tutta la documentazione richiesta e di aver fornito tutte le informazioni richieste nelle relazioni tecniche. In caso contrario la procedura sarÓ sospesa fino alla presentazione delle integrazioni richieste o al decadimento dei termini.
Si informa che la durata del procedimento autorizzativo Ŕ di 60 gg, salvo l'eventuale periodo sospensivo per la richiesta e la presentazione di integrazioni. Il termine massimo di presentazione delle integrazioni, prima di procedere alla procedura di archiviazione, Ŕ di 60 gg.  

 
 

COSTI

Al fine della procedibilitÓ del procedimento, il richiedente deve allegare alla richiesta di autorizzazione l'attestato di versamento di € 50,00 con causale "Oneri autorizzazione allo scarico" da effettuare con una delle seguenti modalitÓ:

NORMATIVA

D.Lgs 3 Aprile 2006 n░ 152 (da art.100 a art.140);
L.R. 31 Maggio 2006 n░ 20;
Decreto Presidente Giunta Regionale del 8 Settembre 2008 n░ 46/R;
Regolamento Comunale scarichi acque reflue domestiche e assimilate in recapito diverso dalla pubblica fognatura approvato con Delibera Consiglio Comunale n░ 27 del 19 Giugno 2006.

 
 
 

                                                                                                       Pagina aggiornata a Giugno 2013

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito